Il Paese dei curdi

Sabato, 11 Marzo 2017 Scritto da 

Associazione Social Catena, Osservatorio Balcani Caucaso Transeuropa in collaborazione con Associazione Zona e con il supporto di Politiche giovanili - Provincia autonoma di Trento, Comune di Rovereto organizza la mostra fotografica organizzata nell'ambito del progetto "Scenari di Confine". Una doppia visione sul Kurdistan con fotografie di Lorenzo Meloni e Metrography. Inaugurazione sabato 11 marzo alle 17.00.

Il Kurdistan è da sempre un Paese diviso e frammentato, esteso su un vasto altopiano nella parte nordorientale della Mesopotamia.

In lotta per il riconoscimento politico della sua esistenza, oggi vede l’indipendenza del Kurdistan iracheno, entità politica autonoma rispetto al governo centrale di Baghdad, e di quello siriano, dove i curdi stanno sperimentando un modello di autogoverno dovuto all’arretramento del regime di Bashar al-Assad. Il resto del territorio è diviso tra Turchia, dove risiedono circa venti milioni di curdi, e Iran.
Attualmente, il Kurdistan nel suo insieme territoriale ricopre un ruolo di primo piano negli equilibri politici del Medio Oriente in chiave anti-Isis. L’importanza strategica del Paese e le sue complesse realtà sono oggetto della mostra fotografica affidata a una doppia visione.
La prima indagine è quella realizzata da Lorenzo Meloni, giovane autore italiano, che ha documentato il Rojava – i tre cantoni laboratorio di autogoverno curdo nati nel 2012 dalla guerra contro il regime di Assad – e la città di Kobane, oggi simbolo della guerra dell’Occidente contro l’Isis.
La seconda testimonianza è frutto del lavoro di Metrography, agenzia irachena fondata nel 2009, che quotidianamente fotografa la vita sociale e i conflitti presenti sul territorio, sviluppando progetti a lungo termine che riguardano il problema dei profughi interni, gli smuggler, l’esodo degli Yazidi e i combattimenti dei Peshmerga.

Una doppia visione fotografica che, offrendo molteplicità di sguardi, cerca di ampliare la percezione di una realtà, al centro dell’analisi geopolitica, complessa e in costante trasformazione.

Lorenzo Meloni è nato a Roma nel 1983. Nel 2011 si è diplomato alla Scuola Romana di Fotografia e ha iniziato la sua collaborazione con Contrasto. Il suo interesse si è concentrato sin dall’inizio sui paesi del Medio Oriente e del nord dell’Africa, con particolare attenzione ai conflitti causati dagli interventi occidentali e alle loro conseguenze sul territorio e sulle popolazioni. Ha lavorato in Yemen, Libano, Siria, Libia e Turchia.Il suo lavoro è stato pubblicato su importanti testate nazionali e internazionali, tra cui The Telegraph, Figaro, Le Courrier International, Vanity Fair, Internazionale, L’Espresso.

 

Metrography è stata fondata nel 2009 dal fotografo iracheno Kamaran Najm e dal fotogiornalista americano Sebastian Meyer con l’obiettivo di gettare le basi per un’industria fotogiornalistica indipendente in Iraq per abbattere le barriere etniche, culturali e religiose, promuovere lo scambio e l’apprendimento e celebrare la diversità culturale e la storia irachena. Nel corso degli anni Metrography ha ottenuto un riconoscimento internazionale ed il lavoro dei suoi fotografi è stato esposto in diversi paesi e pubblicato su alcune delle testate più importanti del mondo.

Rovereto 
Urban Center, Corso Antonio Rosmini 58 
11 Marzo 2017 17:00 - 30 Marzo 2017 20:00 

 

Fonte: OBC