Inchieste

Mercoledì, 27 Maggio 2015 02:00

La donna nella società e nella famiglia

Da sempre il ruolo della donna è fondamentale sia nella società che all’interno della famiglia. Negli ultimi cinquant’anni, grazie alle innumerevoli battaglie per l’affermazione dei propri diritti, la condizione femminile è profondamente cambiata. In Europa, le donne hanno raggiunto il riconoscimento sociale, politico e giuridico. Nel corso degli anni vari cambiamenti hanno trasformato la famiglia influenzando la costruzione dell'identità della donna. La donna, divisa tra famiglia e lavoro, è considerata il pilastro fondamentale. Nel messaggio della Giornata Internazionale della Famiglia, il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha ricordato “l'importanza delle madri e del loro inestimabile contributo nel crescere…
Lunedì, 11 Maggio 2015 02:00

Situazione politica in Burundi

La difficile situazione in Burundi sta costringendo molte persone alla fuga. In seguito all’annuncio dell’attuale presidente Pierre Nkurunziza di ricandidarsi per la terza volta la situazione nel Paese è peggiorata. Il presidente Pierre Nkurunziza è al potere dal 2005 quando ad Arusha, in Tanzania, furono siglati gli accordi di pace che mettevano fine ad una guerra civile scoppiata nel 1993. In quella occasione è stata varata la costituzione che ora il presidente uscente non vuole rispettare. Il presidente con i suoi sostenitori sostiene che il suo primo mandato non fu il frutto di quella costituzione ma scaturiva dalla guerra civile…
Mercoledì, 29 Aprile 2015 02:00

Immigrazione: il salvataggio delle vite umane

Il grande naufragio, il più grave dal dopoguerra, è avvenuto il 19 aprile nel Canale di Sicilia. Partito dalle coste libiche il barcone trasportava 950 migranti tra cui 200 donne e 50 bambini. La barca che si rovescia lascia in fondo al mare le persone fuggite dalla guerra, dalle persecuzioni e dalla miseria. L’ultima disgrazia in mare è soltanto uno dei tanti viaggi della speranza. Quest’anno già 1700 persone sono morte in mare, un numero 100 volte maggiore rispetto allo stesso periodo del 2014. Il portavoce del Concord Italia, Francesco Petrelli, ha lanciato un appello chiedendo all’UE l’istituzione di un…
Alla lunga lista delle stragi e delle deportazioni si aggiunge la deportazione della popolazione armena. Un secolo fa, nel 1915, cominciavano nell’Impero ottomano i massacri e le deportazioni del popolo armeno. La prima è la campagna contro gli armeni tra il 1894 e il 1896 e la deportazione ed eliminazione negli anni tra il 1915 e il 1916. Il termine "genocidio" è associato soprattutto al secondo episodio che viene commemorato dagli armeni il 24 aprile. La strage degli armeni iniziò nel 1915 con la persecuzione che avrebbe spazzato via un milione e mezzo di armeni, assassinati, deportati e internati in…
La cantante folk Joan Baez e l'artista di fama mondiale Ai Weiwei, entrambi attivisti impegnati nel campo dei diritti umani, sono stati nominati Ambasciatori della Coscienza 2015 di Amnesty International. Il premio Ambasciatore della coscienza è il principale riconoscimento che Amnesty International riserva a coloro che hanno mostrato straordinario carisma nella lotta per i diritti umani, nella loro vita e nella loro carriera professionale. "Il premio Ambasciatore della coscienza è un tributo a personalità straordinarie che usano il loro talento per sensibilizzare tantissime altre persone. Joan Baez e Ai Weiwei se lo meritano davvero. Sono una fonte d'ispirazione per migliaia…
Martedì, 17 Marzo 2015 02:00

La “spesa alla spina”

Quante volte abbiamo pensato e detto di voler migliorare e contribuire allo sviluppo ambientale riducendo l’inquinamento? Niente è impossibile! Partiamo dal nostro piccolo, dalle nostre abitudini e dall’offerta del nostro territorio. Nel rispetto della sostenibilità dell’ambiente ma anche del portafoglio negli ultimi anni si sono diffusi gli esercizi commerciali dove la spesa si fa alla spina. Si tratta di fare la spesa già muniti di contenitori e buste. In questo modo possiamo acquistare ciò di cui abbiamo bisogno utilizzando contenitori riutilizzabili e magari biodegradabili. La “spesa alla spina” elimina gli imballaggi riducendo i rifiuti e il bisogno di smaltirli. Il…
Lunedì, 02 Marzo 2015 02:00

La lunga guerra in Siria

La guerra civile siriana è una guerra civile scoppiata nel 2011 tra le forze governative e quelle dell'opposizione. Il conflitto è iniziato il 15 marzo 2011 con le prime dimostrazioni pubbliche per poi divenire guerra civile nel 2012 ed è ancora in corso. Al suo posto troviamo oggi una guerra civile in cui i principali gruppi ribelli sono associati con milizie estremiste e compiono atrocità del tutto simili a quelle imputate ai militari di Assad. La causa scatenante della guerra civile in Siria è stata il desiderio dei cittadini di avere maggiori libertà e giustizia, e le proteste, prima contro…
Lo scorso 13 febbraio, alla fine di sei giorni di discussioni a Ginevra, si è conclusa la settimana di negoziazioni Onu sul clima. Obiettivo era la messa a punto della bozza di accordo globale sulla riduzione di emissioni che verrà discussa e votata durante la prossima Conferenza delle Parti Onu, la 21°, prevista per la fine dell’anno a Parigi. Il nuovo accordo dovrà sostituire il protocollo di Kyoto, entrando in vigore a partire dal 2020. I paesi firmatari della convenzione delle Nazioni Unite sul clima hanno adottato una bozza che senza dubbio esprime le proteste della società. In questo contesto…
Lunedì, 02 Febbraio 2015 02:00

Nigeria: lavoro dei Medici Senza Frontiere

In seguito alle elezioni presidenziali di febbraio la situazione nel Paese è molto difficile. Come sostengono i Medici Senza Frontiere (MSF) dopo l'attacco di Boko Haram del 3 gennaio a Baga 5.000 sfollati sono arrivati al campo di "Teacher Village" nella capitale Maiduguri. Qui i Medici Senza Frontiere stanno fornendo assistenza medico-umanitaria e si stanno preparando a rispondere alle violenze che potranno verificarsi in vista delle elezioni. Il piano di emergenza, coordinato dal capo progetto italiano Francesco Segoni, prevede un pronto soccorso, una sala operatoria e un'unità di cura post-operatoria presso un ospedale nel Rivers State, in Nigeria meridionale. Dopo…
Alla fine del 2014 finalmente è arrivata una bella notizia riguardo il commercio delle armi. E’ entrato in vigore il Trattato sul commercio delle armi. Infatti, per la prima volta, un trattato internazionale introduce per ogni singola fornitura di armi l'obbligo di valutarne le conseguenze per i diritti umani. Alcuni dei principali esportatori di armi come la Francia, Germania, Italia e Regno Unito e Spagna sono tra i 60 stati che hanno già ratificato il Trattato. Gli Usa, di gran lunga il principale produttore ed esportatore di armi, e Israele sono tra i 70 paesi che lo hanno firmato. All'appello,…