Inchieste

Martedì, 18 Novembre 2014 00:00

La Giornata Mondiale della Tolleranza

La tolleranza è alla base dei diritti umani universali e delle libertà fondamentali. Si fonda sul riconoscimento e sul rispetto della grande varietà di culture esistenti al mondo, delle diverse forme di espressione e dei vari modi di essere umani. Così, il 16 novembre 1995, gli Stati Membri dell'UNESCO hanno adottato la "Dichiarazione dei Principi sulla Tolleranza". Gli Stati Membri sono impegnati a promuovere l’educazione alla tolleranza in quanto il mezzo per combattere la discriminazione, l’ingiustizia e la violenza. La tolleranza deve essere insegnata e comunicata attraverso l’educazione. Solo in questo modo si potrà combattere l’odio e la discriminazione. Così,…
A distanza di 19 anni la Bosnia ed Erzegovina continua a rappresentare una realtà molto particolare. Dopo gli accordi di pace di Dayton la Bosnia ed Erzegovina è stata divisa in due entità: la Federazione di Bosnia ed Erzegovina, croato-musulmana con il 51% del territorio) e la Repubblica Serbia, a maggioranza serba con il 49% del territorio. Senza dubbio si è creata una struttura molto particolare considerato che è un paese in parte governato da un’autorità straniera. Al fianco delle istituzioni locali federali c’è la figura dell’Alto commissario i cui poteri si estendono anche in materia dell’esecutivo. Oggi, tale ruolo…
Lunedì, 20 Ottobre 2014 00:00

La giustizia del cacao

Città di Castello ha ospitato XIV edizione di Altrocioccolato, festa internazionale dedicata alla filiera del cacao equo-solidale. Il tema di quest’anno come ci spiega Agostino Cefalo, il responsabile della comunicazione per Altrocioccolato, è “Il cibo è nudo”. L’idea è quella di “spogliare” il cibo e far conoscere i suoi lati più oscuri, tutto nello spirito dei valori del commercio equo e solidale. E’ grazie a queste iniziative che Altrocioccolato favorisce la conoscenza di un modello di sviluppo alternativo, offrendo la possibilità ai produttori del Sud del Mondo di presentare i frutti del loro lavoro. Di grande importanza è stata la…
Lunedì, 06 Ottobre 2014 00:00

Il pericolo della “land grabbing”

La questione dei cambiamenti climatici riguarda l’intero pianeta e sta diventando sempre più preoccupante. I cambiamenti climatici esercitano una grande pressione sugli ecosistemi, sull’agricoltura, sul settore forestale, sulla produzione energetica e sulle infrastrutture in generale. Perciò, siamo costretti a salvaguardare la nostra società e l’ambiente attraverso la promozione della cultura, della partecipazione e del diritto dei cittadini ad incidere sulle politiche della produzione del cibo e della gestione dell’acqua. Nei tempi che corrono la battaglia per promuovere i beni intesi come “beni comuni” e non come mera merce da scambiare sul mercato è diventata un’impresa. Alle problematiche dei cambiamenti climatici,…
Lunedì, 22 Settembre 2014 00:00

L’olivo: simbolo della pace

Immaginate la vita tra gli olivi? Le immense piantagioni, il terreno arido e roccioso in combinazione con la scarsa disponibilità dell’acqua hanno permesso la coltivazione e il grande sviluppo dell’olivo nel Salento. A raccontarci la vita tra gli olivi ed in particolare il sistema di raccolta dell’olivo è Antonio Renna che degli anni tra gli olivi ne ha passati diversi. Questa pianta secolare, come ci spiega Renna, era già presente in epoca romana e la coltivazione dell’olivo è stata incrementata in epoca bizantina. Con il passare di tempo sono mutati ambienti e metodi di lavorazione portando all’aumento del commercio dell’olio…
Martedì, 09 Settembre 2014 00:00

La tregua in Ucraina

La tregua tra Kiev e i separatisti pro-russi non è durata molto. I nuovi attacchi con i bombardamenti si sono verificati nella città di Mariupol e nei pressi di Donetsk, capitale della ribellione filorussa. Dall’inizio della guerra almeno 3mila persone sono rimaste uccise nel conflitto nella parte orientale dell'Ucraina. Lo ha dichiarato l'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Zeid Raad Al Hussein. In precedenza le Nazioni Unite avevano comunicato che da metà aprile al 27 agosto in Ucraina erano rimasti uccisi più di 2500 civili, mentre circa 6mila erano i feriti. Ora alle Nazioni Unite confermano che…
Lunedì, 25 Agosto 2014 00:00

Verso l’economia circolare

L’economia del riciclo è diventata una vera rivoluzione. Si tratta di un nuovo modello di sviluppo che fonda le radici nell’uso delle risorse, in grado di riutilizzare, aggiustare, rinnovare e riciclare i materiali e i prodotti esistenti. Il classico modello economico lineare, quello che riguarda la produzione, il consumo e lo smaltimento, non è più una soluzione sostenibile. Così, lo scorso 2 luglio, la Commissione europea ha adottato alcune proposte intese a sviluppare un’economia più circolare in Europa e a promuovere il riciclaggio negli Stati membri. Così, “gli obiettivi in materia di rifiuti creerebbe 580 000 nuovi posti di lavoro,…
Lunedì, 11 Agosto 2014 00:00

Turchia e il nuovo presidente

Alle prime elezioni presidenziali dirette della storia del Paese, il premier islamista e conservatore ha vinto con il 52 per cento dei voti, evitando il ballottaggio. Recep Tayyp Erdogan, 60 anni, è il nuovo presidente della Turchia. Dopo tre mandati elettorali come premier, il nuovo capo dello Stato ha dichiarato: "Il paese ha scelto, continueremo a servire la nazione per migliorare la democrazia". Il grande impegno di Erdogan è evidente: da primo cittadino della città di Istanbul, a primo ministro impegnato nella candidatura della Turchia all’ingresso nell’Unione Europea. Riesce a rilanciare l’economia turca, ridurre l’esercito a sola forza militare e…
Lunedì, 28 Luglio 2014 00:00

Il costo delle vite umane

Quante tragedie e perdite di vita umane in mare ancora dobbiamo vedere? Riusciremo a coinvolgere gli stati membri dell’Ue nella risoluzione della tragica situazione che ogni giorno peggiora? Da diversi mesi Amnesty International pone al centro dell’attenzione la questione dei diritti dei migranti ed in diverse occasioni ha chiesto ai governi dell'Ue di rafforzare le attività di ricerca e soccorso nel mar Mediterraneo. Oggi giorno molte persone abbandonano i loro paesi per fuggire da guerre, persecuzioni o semplicemente povertà, tutto nella speranza di una vita migliore. L’obiettivo principale è quello di raggiungere l’Europa che a causa delle sue politiche e…
Anche quest’anno ricordiamo il massacro di Srebrenica. Gli anni passano ma il dolore e le ferite dei familiari non svaniscono mai. Lo scorso 11 luglio a Potocari è stato ricordato il 19° anniversario della morte dei oltre 8.000 bosniaci musulmani uccisi nel luglio 1995 dalle forze serbo bosniache nonostante fosse una zona di sicurezza delle Nazioni Unite protetta. Finora, sono stati trovati i resti di 7.100 vittime su un totale di 8372 persone mancanti di Srebrenica. Nella tradizione ormai consolidata di commemorare Srebrenica, ogni anno, i resti delle vittime recentemente identificate, utilizzando il DNA dei parenti in vita, sono sepolti…