Kenya: l’Alta Corte blocca la chiusura del più grande campo profughi del mondo

Mercoledì, 15 Febbraio 2017 Scritto da 

L’Alta Corte del Kenya ha annullato la decisione del governo di Nairobi di chiudere il campo profughi di Dadaab, il più grande del mondo, sostenendo che è incostituzionale. Situato al confine meridionale della Somalia, il campo ospita circa 275.000 rifugiati prevalentemente somali. Il governo aveva deciso di chiuderlo entro il prossimo maggio spiegando che era diventato una minaccia per la sicurezza nazionale a causa delle infiltrazioni di al Shabaab, gruppo estremista somalo legato ad al Qaida. La Commissione nazionale per i diritti del Kenya e diverse Ong si erano però rivolte all’Alta Corte.

“Discriminatorio, eccessivo, arbitrario e sproporzionato”, nonché una sorta di punizione collettiva. Con queste parole perentorie, il 9 febbraio, il giudice dell’Alta Corte del Kenya JM Mativo ha bocciato il decreto con cui il governo di Nairobi intendeva chiudere il campo rifugiati di Dadaab, il più grande del mondo, dove si trovano attualmente oltre 260.000 profughi somali.

Il giudizio dell’Alta Corte era stato sollecitato dalla Commissione Nazionale per i Diritti Umani e da Kituo Cha Sheria, due organizzazioni non governative kenyane ed era stato sostenuto da Amnesty International.

La sentenza ricorda anche l’obbligo costituzionale e di diritto internazionale del Kenya di proteggere le persone che cercano riparo dalla persecuzione.

 

Fonte: Amnesty International