Attivisti per i diritti di cittadinanza: formazione per giovani migranti

Lunedì, 15 Gennaio 2018 Scritto da 

Nel quadro del progetto Fami (Fondo asilo migrazione integrazione) denominato Primm (Piano regionale integrazione migranti Marche), coordinato dalla regione Marche, il Cirta (Centro interdipartimentale per la ricerca transculturale applicata) dell'Università di Urbino Carlo Bo organizza una serie di eventi formativi rivolti ai giovani residenti nelle Marche, primariamente con background migratorio. Donne e uomini fra i 15 e i 35 anni residenti nelle Marche, prevalentemente “seconde generazioni”, “figli delle immigrazioni”, “italiani senza cittadinanza”, “nuovi italiani”...

La formazione intende "dare competenze sui diritti di cittadinanza e i dilemmi della società multiculturale. Attraverso la presentazione e la discussione di esperienze di attivismo, mobilitazione e rappresentanza per i diritti delle minoranze, vuole favorire la partecipazione dei giovani nell’associazionismo culturale, politico, sindacale. L’obiettivo è quello di formare soggetti capaci di interloquire con le istituzioni per rappresentare i nuovi bisogni e i punti di vista di chi ha poca voce nella nostra società".

Gli eventi in programma, tra fine febbraio e metà aprile 2018, riguardano i seminari, gruppi di discussione e visite in diverse città delle Marche.

Per maggiori info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: Redattore Sociale