Notizie

Lunedì, 15 Maggio 2017 10:20

Il festival di musica Gnaoua

Il festival di musica Gnaoua compie 20 anni. L'appuntamento, fissato dal 29 giugno al º luglio ad Essaouira, ichiamerà gli artisti di fama internazionale. Tra le star internazionali di questa edizione figurano Hindi Zahra, la voce di “Beautiful Tango”, capace di fondere inglese arabo e amazigh in una melodiosa coesistenza, Lucky Peterson, bluesman che spazia dal R&B al gospel al rock, il brasiliano Carlinhos Brown, percussionista che mescola i ritmi tropicali a quelli reggae, Bill Laurance, pianista jazz, compositore e anche arrangiatore dei Morcheeba. L'Africa è rappresentata da Rey Lema, pianista e chitarrista congolese, dagli algerini Gnawa Diffusion, che uniscono…
Al via un bando rivolto ai NEET marchigiani: formazione, esperienze di volontariato e orientamento al lavoro. Iscriviti gratuitamente entro il 5 giugno. Marche Solidali, il coordinamento delle organizzazioni marchigiane di cooperazione e solidarietà internazionale, insieme alla Regione Marche settore cooperazione allo sviluppo, pubblica l’invito a presentare candidature per la selezione di 15 giovani che non studiano, non lavorano e non sono inseriti in percorsi di formazione professionale (NEET - Not in Education, Employment or Training), residenti nella regione Marche e iscritti al Programma Garanzia Giovani. I giovani selezionati avranno la possibilità di partecipare al Laboratorio “Cittadinanza globale e Lavoro”, da…
Emmanuel Macron è il nuovo presidente della Francia. Macron conquista il ballottaggio per le elezioni presidenziali con il 66,06% delle preferenze, contro il 33,94% della sfidante Marine Le Pen, ottenendo 20.703.631 voti, mentre la leader del Front National si è fermata a 10.637.183. Macron in tarda serata è arrivato sulla piazza del Louvre, nel cuore di Parigi, per parlare ai militanti che lo attendevano e per festeggiare il trionfo nel voto presidenziale. "Stasera la Francia ha vinto": queste le prime parole di Emmanuel Macron all'arrivo al Louvre, davanti all'enorme folla. "Chi diceva 'non è possibile' - ha aggiunto - non…
Martedì, 02 Maggio 2017 11:30

Festival Giornalisti del Mediterraneo

E’ giunto alla nona edizione il Festival Giornalisti del Mediterraneo e anche l'omonimo concorso con tre sezioni tematiche: terrorismo internazionale, diritti umani e Europa e turismo e marketing territoriale. Anche quest’anno il programma è vasto: il Festival si svolgerà in due momenti, a Bari, dal 23 al 26 maggio, dove si parlerà di temi legati all'etica dell'informazione, dell'impegno civile, del legame tra informazione e legalità, di tutela dei minori e ad Otranto, dal 5 al 9 settembre, si approfondiranno le questioni legate al Medio Oriente, Isis e Terrorismo. Si terrà, inoltre, il forum "Euro Mediterraneo: il ruolo dei mass media…
Mercoledì, 26 Aprile 2017 12:39

Migranti: morti nel Mediterraneo

Secondo le fonti dell’Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim) dall'inizio dell'anno 1.089 migranti e rifugiati sono morti nel Mediterraneo mentre cercavano di raggiungere l'Europa via mare. Nello stesso periodo (1 gennaio-23 aprile 2017), un totale di 43.204 migranti e rifugiati sono entrati via mare in Europa, l'80% dei quali in Italia (36.851) ed il resto in Spagna e in Grecia. Fonte: OIM
Lunedì, 24 Aprile 2017 14:32

Elezioni in Francia

Spariscono dal ballottaggio per l'Eliseo i partiti che hanno governato la Quinta repubblica, i socialisti e gli eredi dei neogollisti. La finale per guidare il paese nei prossimi cinque anni se la giocheranno Emmanuel Macron, centrosinistra liberal, e Marine Le Pen, estrema destra del Front National. Per la prima volta nella storia moderna della Francia, il candidato del partito che ha appena governato il Paese non arriva al secondo turno. Fonte: ANSAmed
Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:15

Unesco: premio pace alla sindaca di Lampedusa

La giuria del Premio Houphouet-Boigny per la ricerca della pace dell'Unesco ha attribuito il prestigioso riconoscimento alla sindaca di Lampedusa Giuseppina Nicolini. Il riconoscimento è andato anche all'Ong francese SOS Méditerranée per aver salvato la vita a numerosi rifugiati e migranti e averli accolti con dignità. "Da quando è stata eletta sindaco nel 2012, Nicolini si è distinta per la sua grande umanità e il suo impegno costante nella gestione della crisi dei migranti e della loro integrazione dopo l'arrivo di migliaia di rifugiati sulle coste di Lampedusa e altrove in Italia", si legge nelle motivazioni. "Dedico questo premio a…
ISPI, Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, organizza la Conferenza internazionale dal titolo “Destinazione Europa. Le politiche nazionali e dell'UE nelle scelte dei migranti”. I motivi che inducono le persone a migrare sono chiari: conflitti e pericoli per l’incolumità personale, ricerca di maggiori diritti e libertà, miglioramento delle proprie condizioni economiche. La speranza che queste condizioni possano essere trovate proprio qui, in Europa – di fronte al moltiplicarsi delle crisi in Africa e in Medio oriente – ha spinto in questi anni sempre più migranti e rifugiati a dirigersi verso il Vecchio continente, nella “crisi migratoria” più importante dalla…
A Budapest per difendere l'Università dell'Europa centrale (Ceu), finanziata dal miliardario americano di origine ungherese George Soros, sono scese in piazza circa 70mila persone.La legge è stata approvata qualche giorno fa dal Parlamento per chiudere l'università anglofona fondata nel 1991e il capo dello Stato ha tempo fino a lunedì a mezzanotte per promulgarla oppure sottoporla alla Corte costituzionale.I mezzi di informazione indipendenti hanno sottolineato che si è trattato della più imponente manifestazione dopo quella organizzata contro il progetto di legge per tassare internet dell'ottobre 2014, alla quale avevano preso parte fra le 30.000 e le 40.000 persone. In quell'occasione il…
Lunedì, 03 Aprile 2017 10:23

Serbia: Vucic vince le elezioni

Con lo spoglio del 56,56% delle schede elettorali, il premier Aleksandar Vucic si conferma vincitore delle presidenziali di ieri in Serbia con il 57,03% dei consensi. Ne ha dato notizia nella notte la commissione elettorale a Belgrado. Sarò "il presidente di tutti" ha detto Vucic, il quale ha aggiunto di volersi occupare di tutti i cittadini, sia di quelli che hanno votato per lui sia di quelli che non lo hanno fatto. Parlando al suo quartiere elettorale di Belgrado, dove è stato a lungo festeggiato da sostenitori, collaboratoti, esponenti del suo partito Sns, compreso il ministro degli esteri Ivica Dacic,…