Notizie

Lunedì, 20 Marzo 2017 10:41

Migranti: calo degli arrivi

Il 18 marzo scorso con l'accordo Ue-Turchia si è chiusa la rotta balcanica dei migranti. I 28 capi di stato e di governo europei hanno approvato la “Dichiarazione Ue-Turchia” che prevede, tra l'altro, il pagamento da parte dell’Ue di 3 miliardi di euro per gli anni 2016 e 2017 a sostegno delle condizioni di vita dei rifugiati siriani in Turchia. A distanza di un anno l’Ue rileva che gli arrivi sono calati del 97% e di circa 10mila arrivi al giorno nell'ottobre 2015, la media attuale è di soli 43. Su base annuale, dai 988.703 dei 12 mesi precedenti ai…
Lunedì, 13 Marzo 2017 11:44

Il destino dei bambini siriani

Secondo il Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia dell'Unicef, almeno 652 bambini sono stati uccisi in Siria nel 2016. Si tratta dell'anno difficile per le nuove generazioni. In un ultimo rapporto, l'Unicef specifica che almeno 255 bambini sono stati uccisi mentre erano a scuola o nelle sue vicinanze, mentre 1,7 milioni di giovani non possono più frequentarla. Una scuola su tre in Siria è inutilizzabile, alcune perché occupate da gruppi armati. E altri 2,3 milioni di bambini siriani sono rifugiati in altre parti del Medio Oriente. Fonte: Unicef
Mercoledì, 08 Marzo 2017 11:48

SOGLOP- II International Meeting

SoGlop – Social work with global perspective - An interdisciplinary contribution to youngster’s citizenship building. Marche Region in collaboration with Marche Solidali organized the II international meeting, the SoGlop Lab, as a part of the SoGlop project events, which was held on the 06 -07th March 2017 in Ancona. The project SoGlop is co-funded by the European Commission and is promoted by Eine Welt Netzwerk Thüringen e V. from Germany and the italian partner Region Marche and Marche Solidali. The main theme of the II meeting was to discuss about young NEET in Education, Employment or Training, the opportunity of…
Lunedì, 27 Febbraio 2017 15:06

Migranti: concerto per l'accoglienza a Napoli

Il Teatro San Carlo di Napoli apre le sue porte agli immigrati. Si tratta di un concerto organizzato dal Massimo napoletano e dal Comune su proposta dell'Associazione 3 febbraio e di altre associazioni del territorio impegnate sui temi dell'accoglienza. Come sostiene Gianluca Petruzzo, responsabile nazionale dell'associazione, "Vogliamo che l'arte possa essere accessibile a tutti, per una convivenza pacifica tra le genti. Nel tempo in cui si ergono muri e si difendono le frontiere e non le persone, la nostra iniziativa indica un'altra strada. Per la prima volta un teatro di questa levatura si apre alla gente del mondo: è anche…
Lunedì, 20 Febbraio 2017 11:53

Harraga di Giulio Piscitelli

Giulio Piscitelli, fotoreporter napoletano che dal 2010 si occupa di documentare il fenomeno delle migrazioni nel Mediterraneo, è salito su un barcone a Tunisi ed ha attraversato il Mediterraneo insieme a 120 profughi. Aspettando il momento di vedere Lampedusa ha vissuto con i migranti, come afferma, "Un'esperienza che non auguro a nessuno e che lo ha spinto poi a cercare di capire cosa spinge veramente le persone a intraprendere un viaggio così pericoloso". La sua esperienza è stata raccontata nel libro "Harraga. In viaggio bruciando le frontiere", presentato ai Magazzini Fotografici a Napoli. Fonte: Mondadori
Martedì, 14 Febbraio 2017 11:21

Rotte Mediterranee di Imago Mundi

Il meraviglioso Mar Mediterraneo, crocevia di popoli, culture e storie è il protagonista dell’esposizione "Rotte Mediterranee", in programma a Palermo dal 18 febbraio al 10 marzo nell'ambito della Biennale Arcipelago Mediterraneo presso Cantieri Culturali Alla Zisa - Spazio Zac - Zona Arti Contemporanee.Imago Mundi ha coinvolto artisti affermati ed emergenti di tanti diversi Paesi, che hanno realizzato ciascuno un'opera con l'unico vincolo del formato. La collezione, sotto l'egida della Fondazione Benetton, non ha intenti commerciali ma si propone di riunire le diversità del nostro mondo in nome della comune esperienza artistica, per realizzare una ''catalogazione'' diversa da quella consueta, museale…
Martedì, 07 Febbraio 2017 09:54

Siria: incontro ad Astana

I "ribelli moderati" siriani combattono contro l'ala siriana di al Qaida nel nord della Siria e questo atteggiamento può essere esteso ad altre zone del Paese. E' quanto hanno detto, secondo la tv panaraba al Jazira, gli esperti russi, turchi e iraniani presenti alla seconda conferenza di Astana, in Kazakistan, convocata da Mosca per fare il punto sulla tregua in corso dal 30 dicembre scorso. Russia, Turchia e Iran hanno confermato di essere "pronti a cooperare negli interessi della piena esecuzione della tregua" in Siria: lo riferisce il generale russo Stanislav Gadzhimagomedov, vice direttore del dipartimento principale operativo dello Stato…
Giovedì, 02 Febbraio 2017 11:13

Turchia: incontro Merkel-Erdogan

Oggi la cancelliera tedesca Angela Merkel sarà ad Ankara per una visita di un giorno in cui incontrerà il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il premier Binali Yildirim. Al centro dei colloqui, il futuro dell'accordo sui migranti, siglato tra Ue e Turchia nel marzo scorso, che Ankara ha più volte minacciato di rompere. Di recente sono emerse le nuove tensioni con Berlino sulla cooperazione antiterrorismo contro il Pkk curdo, che secondo il governo turco non viene sufficientemente perseguito nelle sue attività in Germania. Altre tematiche riguardano i rapporti economici bilaterali e libertà di espressione in Turchia. Fonte: ANSAmed
Lunedì, 30 Gennaio 2017 02:00

Yemen: la grave crisi alimentare

A causa della grave crisi alimentare in Yemen si rischia la carestia. A lanciare l'allarme è il capo degli affari umanitari dell'Onu, Stephen O'Brien, che durante una riunione del Consiglio di Sicurezza ha sottolineato che "ci sono 2,2 milioni di bambini che soffrono la fame e 10,3 milioni hanno bisogno di assistenza immediata per sopravvivere”. L'inviato speciale dell'Onu in Yemen, Ismail Ould Cheikh Ahmed, ha poi sottolineato che la guerra, i combattimenti e gli attacchi aerei hanno "tragiche conseguenze per il popolo yemenita", con 18,2 milioni di persone colpite dall'emergenza cibo. Fonte: ANSAmed
Il ministro degli Esteri egiziano Sameh Shoukri ha smentito ufficialmente l’esistenza di una divergenza di posizione tra Tunisia ed Egitto riguardo alla crisi libica affermando: "La questione libica è stata oggetto di un'analisi comune e di una convergenza di vedute sulla necessità di poter tornare a vedere questo paese ritrovare la sua stabilità. Tunisia ed Egitto sono i paesi più toccati dalle crisi nella regione araba, soprattutto da quella libica". Il ministro degli Esteri tunisino Khemaies Jhinaou si è felicitato della "ripresa della dinamica delle relazioni bilaterali grazie alla volontà dei rispettivi presidenti, Beji Caid Essebsi e Abdelfatah Al Sisi…