Notizie

Venerdì 9 e sabato 10 settembre a Senigallia si terrà X Seminario Internazionale di Educazione Interculturale "Educare alla cittadinanza mondiale. I nuovi curricoli della scuola", un incontro per riflettere su insegnamento e temi della globalità e multiculturalità. I nuovi curricoli della scuola", un incontro per riflettere su insegnamento e temi della globalità e multiculturalità organizzato da CVM - Comunità Volontari per il mondo, in particolare dal gruppo EAS - Educazione allo sviluppo che sin dai primi anni Novanta opera nel settore della formazione e che in Italia è stato antesignano della revisione dei curriculi scolastici. Organizzato nell’ambito del Progetto europeo…
Lunedì, 25 Luglio 2016 02:00

Turchia: in piazza contro il golpe

La Turchia laica scende in piazza contro il golpe. Dopo giorni in cui le strade erano state nelle mani dei sostenitori del presidente Recep Tayyip Erdogan, l'opposizione raduna decine di migliaia di persone a piazza Taksim, nel cuore di Istanbul. Una manifestazione "per la Repubblica e la democrazia", spiega dal palco il leader del partito socialdemocratico Chp, Kemal Kilicdaroglu. Autorizzato dal governo, che ha anche inviato una delegazione, il raduno segna un inedito momento di unità nazionale contro il “nemico comune” Fethullah Gulen, http://politeia-centrostudi.org/doc/Selezione/54/2876.html accusato da Ankara di essere dietro il colpo di stato fallito. Fonte: ANSAmed
Lunedì, 25 Luglio 2016 02:00

Bologna e il cinema del sud del mondo

Anche quest’anno a Bologna dal 12 al 16 ottobre torna la rassegna cinematografica il “Terra di Tutti Film Festival”. I protagonisti della rassegna sono le storie e luoghi dimenticati dai media mainstream. TTFF è un concorso cinematografico per documentari e cinema sociale, che offre visioni del sud senza retoriche, ovvero “uno sguardo lucido e creativo per cambiare il presente ed inventare futuri”. Sono molti i film in concorso e provengono da 30 paesi del mondo. L’idea è quella di raccontare le storie di lotta alla povertà, migrazioni, sovranità alimentare, risorse naturali, diritti dell’infanzia e sviluppo sostenibile. Ogni anno il Festival…
Secondo le fonti del Cnn Turk il consigliere del capo di Stato maggiore turco, il luogotenente colonnello Levent Turkkan, ha confessato di far parte della rete di Fethullah Gulen, accusato di aver organizzato il fallito golpe in Turchia. Per il momento il Consiglio per l'alta educazione (Yok) ha imposto un divieto di espatrio a tutti i professori universitari turchi chiedendo le dimissioni dei 1.577 decani delle università della Turchia. Il provvedimento include anche la richiesta ai professori universitari attualmente all'estero di rientrare http://comune.zelosurrigone.mi.it/inc.php?page=viagra-generico-costo in Turchia il più presto possibile. Fonte: BalkansAljazeera
Lunedì, 18 Luglio 2016 02:00

Golpe in Turchia

Dopo il golpe fallito in Turchia il governo di Erdogan prosegue la “pulizia del virus all’interno di tutte le istituzioni dello Stato”. Circa 1.800 agenti delle forze speciali di polizia sono arrivati di rinforzo a Istanbul dalle province vicine, secondo quanto riporta l'Anadolu,l'agenzia di stampa statale tirca. Gli agenti hanno preso posizione nelle strutture critiche e pattugliano la città. La Turchia continua a rivendicare con forza agli Usa l’estradizione http://www.subcavasonora.com/rocknbowl/wp-content/themes/santorini/inc/it/67465.html del leader islamico moderato Fethullah Gulen, che viene ritenuto il regista del tentato golpe. Fonte: Repubblica
Mercoledì, 13 Luglio 2016 02:00

Migranti: aiuti per ogni reinsediamento accolto

Per ogni migrante arrivato in base al sistema dei reinsediamenti il Paese di accoglienza riceverà dall'Ue 10 mila euro. E' quanto proposto dalla Commissione europea, che prevede anche di mettere in piedi un sistema di reinsediamenti funzionante su base annuale, dove saranno gli Stati membri a decidere quanti rifugiati saranno legalmente accolti e i Paesi di provenienza. Il Commissario per l'immigrazione Avramopoulos ha sottolineato che i paesi "saranno liberi di decidere se partecipare", ma il commissario si dice "ottimista". Per quanto riguarda i paesi "riluttanti" sul piano di ricollocamenti deciso un anno fa, il commissario spiega che "per il momento…
Secondo le fonti dell'Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim) fino al 6 luglio scorso gli arrivi in Europa sono stati 230.885, soprattutto in Italia (70.978) e Grecia (158.527). Quasi 3 mila persone sono morte nei primi sei mesi dell'anno mentre cercavano di raggiungere l'Europa, oltre mille in più dei 1.838 dello stesso periodo 2015. Il principale paese di partenza è la Libia, seguita dall'Egitto. Fonte: ANSAmed
Martedì, 28 Giugno 2016 02:00

Migranti: respingete piano Bruxelles

Cento Organizzazioni non governative, da Oxfam a Save the Children, da Amnesty international ad ActionAid, hanno chiesto ai Paesi europei di rigettare la proposta della Commissione Ue sugli accordi con i Paesi africani per la gestione della crisi migratoria. In una nota che reca i nomi delle cento associazioni, alla vigilia del vertice dei leader dei 28 si legge: "Con lo spostamento verso una politica estera che serve l'unico obiettivo di frenare i flussi migratori, l'Ue rischierebbe di minare ulteriormente la propria credibilità e autorità nella difesa dei diritti umani", si afferma nel comunicato. Per questo motivo si invitano i…
Sabato 25 giugno dalle 10.00 alle 13.00 il Cineplex di Riccione aprirà le porte al workshop “Hate Speech: dalle citazioni ai commenti, la difficile gestione dell’incitamento all’odio”. L’incontro prende spunto dall’esperienza di Associazione Carta di Roma ed European Federation of Journalists, che nel 2015 hanno lanciato #nohatespeech, una campagna contro l’istigazione all’odio successivamente sottoscritta ma numerosi giornalisti europei, Ordine nazionale dei giornalisti, Federazione nazionale della stampa italiana e Usigrai. Lo scopo principale è quello di fornire consigli su come relazionarsi e gestire dichiarazioni e comportamenti incendiari di politici e personaggi pubblici. In una tavola rotonda saranno discusse le buone pratiche…
Martedì, 21 Giugno 2016 02:00

Rifugiati nel mondo: record storico 2015

Secondo i dati dell’Unhcr il numero di persone fuggite da guerre, persecuzioni e violenze nel mondo ha segnato un record storico di 65,3 milioni a fine 2015, il 9,7% in più rispetto al 2014. A fine 2014, il totale era di 59,5 milioni. E' la prima volta che la soglia di 60 milioni è stata superata. Circa la metà dei rifugiati di tutto il mondo sono bambini e la guerra in Siria, secondo l’Unhcr, resta la principale causa mondiale di fuga. Lo scorso anno oltre un milione di rifugiati e migranti sono arrivati in Europa attraverso il Mediterraneo, di cui…