Rubriche

Lunedì, 30 Marzo 2015 02:00

Earth Hour o l’Ora della Terra

Che cos’è? Si tratta di una manifestazione globale ideata dal Wwf nel 2007 e coinvolge milioni di cittadini, istituzioni e imprese. L’obiettivo principale è dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico. La prima edizione ha coinvolto la sola città di Sidney ma presto la grande “ola” di buio si è rapidamente diffusa in ogni angolo del Pianeta lasciando per un’ora al buio piazze, strade e monumenti simbolo. Il messaggio è uno solo: “un’altra temperatura è possibile” se non vogliamo oltrepassare un punto di non ritorno climatico quanto mai vicino. Così, il WWF ha celebrato…
Lunedì, 16 Marzo 2015 02:00

“Carosello Mediterraneo”

Perché non premiare le idee che esaltano un Mediterraneo diverso? Entra in scena un evento molto particolare senza precedenti in Europa. Si tratta di “Mediterranean Carousel” dove alcuni dei migliori artisti, start upper, ricercatori, imprenditori provenienti da tutti i paesi del Mediterraneo offriranno idee ed esperienze innovative in campo di tecnologia, entertaiment e design. Senza dubbio è un’occasione sia per i partecipanti, che grazie al loro contributo daranno vita ad un evento di alto valore sociale e culturale, che per la capitale che ospiterà l’evento. L’obiettivo è la creazione di una community di persone che vogliono migliorare le realtà circostanti.…
Martedì, 03 Marzo 2015 02:00

La Giornata Mondiale del Migrante

Dal 2010, il primo marzo è la giornata dei migranti e dei rifugiati. Si scende in piazza per parlare delle problematiche legate alle migrazioni, alle discriminazioni e l’intolleranza. Si ricorda che nel 2014 sul territorio italiano sono sbarcate più di 170 mila persone mentre ai primi di gennaio 2015 nelle diverse strutture di accoglienza sono rimaste 66 mila persone. Secondo il direttore della fondazione Migrantes, monsignor Giancarlo Perego, la maggiore difficoltà è nella mancanza di politiche di integrazione e di accoglienza. A queste difficoltà si aggiungono i conflitti che sono in continuo aumento. L'Africa è il continente che "ospita" il…
Lunedì, 16 Febbraio 2015 02:00

Save the Children e la campagna “WhyAgain”

Di fronte all’ennesima tragedia in mare al largo di Lampedusa l’organizzazione Save the Children ha lanciato l'hashtag "#WhyAgain". L'hashtag è accompagnato dalla triste foto simbolica di bare dei migranti vittime dei naufragi dell’ottobre 2013. Il “meme” è accompagnato dalla frase: Avevano detto: “non succederà più”. Così, Save the Children ricorda le dichiarazioni dei principali politici europei ed italiani dopo il naufragio del 3 ottobre 2013. In quell'occasione i principali esponenti politici italiani ed europei espressero solidarietà alle vittime e la volontà di mettere in atto nuove politiche per impedire ulteriori stragi. Subito dopo il Governo italiano diede il via all'operazione…
Martedì, 03 Febbraio 2015 02:00

Il 2015: l’Anno Europeo per lo Sviluppo

Il 2015 sarà l’Anno Europeo per lo Sviluppo (EYD2015). L’idea è stata proposta da Commissione e dal Parlamento Europeo nell’intento di informare, sensibilizzare e coinvolgere i cittadini sui temi della cooperazione e dello sviluppo globale. Agenda post-2015 sarà sostituita dall’agenda del millennio, che fissava otto grandi obiettivi da raggiungere entro il 2015. In realtà molti di questi non sono ancora stati raggiunti, ma la particolarità della nuova agenda è il passaggio agli obiettivi sostenibili. Si tratta di obiettivi più semplici da raggiungere, incentrati soprattutto sullo sradicamento della povertà, che rimane l’obiettivo di fondo a livello internazionale e sullo sviluppo sostenibile…
Lunedì, 19 Gennaio 2015 02:00

Il giorno della memoria

Come ogni anno ricordiamo il Giorno della Memoria. E’ una ricorrenza internazionale che si celebra il 27 gennaio di ogni anno come giornata in commemorazione delle vittime dell'Olocausto. La scelta della data è il 27 gennaio 1945, ovvero il giorno quando le truppe sovietiche dell'Armata Rossa arrivarono presso la città polacca di Auschwitz scoprendo il campo di concentramento e liberandone i pochi superstiti. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l'orrore del genocidio nazista. Anche quest’anno molte sono le iniziative organizzate dalle associazioni ed istituti. Negli ultimi anni il riconoscimento…
Lunedì, 19 Gennaio 2015 02:00

Pace

"La pace non è il lavoro di un uomo solo, di un partito, di una Nazione. Non c'è una pace delle nazioni grandi o piccole, la pace è il frutto della cooperazione di tutto il mondo". Barack Obama
A distanza di due anni dal convegno «Conflitto, pace, costruzione dello Stato e istituzioni locali», la Scuola di Studi Internazionali dell’Università di Trento e il Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale hanno pubblicato alcuni degli interventi più significativi che hanno acceso il dibattito e la riflessione del convegno. Il libro "Costruire la pace tra stato e territori: i dilemmi del peacebuilding" verte attorno al tema della cooperazione internazionale. Si analizza il conflitto e post-conflitto visto da differenti prospettive a sua volta presentate da soggetti appartenenti a mondi diversi come ad esempio dall'accademia, dalle istituzioni, dalle associazioni e dalle Ong.…
Lunedì, 15 Dicembre 2014 02:00

Natale solidale

Natale significa come ogni anno acquisto di regali. E come sempre ci sono doni a Natale che valgono molto di più. Si tratta di doni che possono contribuire a regalare un sorriso e una speranza a chi ne ha veramente bisogno. Sono le idee solidali offerte da 30 Associazioni socie di Marche Solidali. Le Associazioni e i Gruppi che si riconoscono all’interno del Coordinamento Marche Solidali hanno sede in tutte le Marche ed operano in tutto il Mondo. Adotta un progetto vuole sostenere i loro interventi in Cambogia, Brasile, Perù, Rwanda, Uganda, Etiopia, Afghanistan, Tunisia, Costa d’Avorio, Paraguay, India, Tanzania,…
Martedì, 02 Dicembre 2014 02:00

Donne nel Mito: Malala Yousafzai

Malala Yousafzay, la 17enne pachistana che due anni fa fu ferita gravemente dai talebani per la sua lotta a favore dell’istruzione femminile, e Kailash Satyarthi, attivista indiano che si batte per i diritti dei bambini, hanno ricevuto il Premio Nobel per la Pace 2014. I giudici del Nobel hanno deciso di dedicare questa edizione del Premio alla lotta contro lo sfruttamento dei minori per fini economici: i bambini devono “andare a scuola e non essere sfruttati finanziariamente”, hanno scritto nelle motivazioni. Malala diventa così la più giovane persona ad aver ricevuto il premio. La sua storia inizia a soli 11…