Università per la Pace

Università per la Pace

La Regione, al fine di promuovere la cultura di pace ed in conformità ai principi costituzionali ed alle dichiarazioni internazionali, riconosce nella solidarietà e cooperazione internazionale gli strumenti essenziali per il raggiungimento della pace e dello sviluppo umano come diritti fondamentali dei popoli. Così, l’art. 15 della LR n. 9/02 concernente “Attività regionali per la promozione dei diritti umani, della cultura di pace, della cooperazione allo sviluppo e della solidarietà internazionale” prevede la costituzione della Associazione “Università per la pace” con sede ad Ascoli Piceno. L’art. 15, comma 3, della LR n. 9/02 stabilisce che l’Associazione “Università per la pace”, associazione senza fini di lucro, “svolge attività di ricerca e promozione della conoscenza e della diffusione delle tematiche relative alla promozione della cultura della pace e dei diritti umani” e, a questo fine, “realizza un centro di documentazione collegato con le banche dati nazionali, europee ed internazionali, provvede alla produzione di materiale didattico e informativo, promuove programmi di educazione sui temi della mondialità e della pace, promuove progetti e campagne nazionali di solidarietà internazionale, convegni, tavole rotonde e seminari, stage sui temi della pace”.

 

 

La 4° lezione della Scuola di Altra Economia con il titolo "Molte economie per una sola umanità sulla stessa terra" è promossa dall'Università per la pace e coordinata dal Prof. Roberto Mancini dell'Università di Macerata. L'incontro si terrà presso la Facoltà di Economia dell'Università Politecnica delle Marche il prossimo Giovedì 29 Settembre alle ore 17,00. L’idea è quella di approfondire la conoscenza dell'Economia Gandhiana. In allegato il programma Fonte: Univeristà per la Pace
Giovedì, 15 Maggio 2014

SE VUOI LA PACE PREPARA LA PACE

La prima edizione di “Se vuoi la pace prepara la pace“, la settimana di eventi ideata dall’Università per la pace con il Consiglio regionale e la Regione Marche, spazia dalla musica al teatro, dall’escursionismo al cinema, coinvolgendo tutto il territorio regionale. Dal 18 al 26 maggio oltre 30 appuntamenti diffusi in tutte le province, dalla costa all’entroterra, con l’obiettivo di “far emergere e valorizzare le potenzialità, le energie nascoste, i tesori di ingegno e cultura delle Marche. La pace si realizza costruendo prima di tutto una cultura di pace, attraverso la tolleranza, il rispetto nei confronti degli altri, il contrasto…